Centro autorizzato per la revisione dei motoveicoli

Centro Revisioni - Parlotti Moto

L'officina Parlotti è un centro autorizzato per la revisione dei motoveicoli, ovvero veicoli a due ruote a Trieste.
Una procedura obbligatoria di verifica sul mezzo di trasporto perché sia idoneo alla circolazione su strada.
La revisione del proprio motociclo è prevista dal Codice della Strada e si compone di un processo di controllo dello stato generale del motoveicolo, in particolare:

  • lo stato meccanico della moto
  • l’impianto elettrico
  • l’impianto frenante
  • lo stato della carrozzeria
  • lo stato delle gomme
  • le sospensioni
  • gli ammortizzatori
  • i livelli di emissioni inquinanti e di rumorosità.

La prima revisione del motociclo deve avvenire dopo 4 anni dalla data di immatricolazione, nel mese in cui è stata rilasciata la carta di circolazione. Nel momento in cui si acquista il motoveicolo, infatti, si viene esonerati per un primo periodo dalla revisione.
Ad esempio, se il motociclo viene immatricolato nel marzo 2015, la sua prima revisione sarà prevista nel marzo 2019.

Da questo test di verifica delle condizioni, potrebbero uscire delle migliorie da apportare ed è quindi consigliabile effettuare la revisione moto presso un'officina affidabile.

Ogni quanto va fatta la revisione

Dopo la prima revisione, il motociclo dovrà essere revisionato ogni 2 anni, con scadenza nel mese in cui è stata fatta la revisione precedente.
Non è obbligatorio aspettare il mese della scadenza ma è bene tener conto che anche la scadenza della revisione successiva verrebbe anticipata, di conseguenza.

Se il motociclo viene revisionato dopo il mese di scadenza, la validità della revisione è comunque di 2 anni.
É importante ricordare che se il proprio motociclo ha una revisione scaduta è necessario trasportarlo nel centro revisioni ma non guidarlo, per evitare di incorrere in sanzioni amministrative o penali, nel caso si venga coinvolti in un incidente.

In casi straordinari, ad esempio per incidenti stradali, può essere ordinata una revisione straordinaria su segnalazione delle forze dell’ordine (prima della scadenza biennale).

I controlli della revisione

Come predetto nei paragrafi precedenti, la revisione del motociclo lo sottopone a diversi controlli, previsti dalla legge.

  • stato meccanico del mezzo
  • efficienza dell’impianto frenante
  • stato della carrozzeria
  • impianto elettrico - luci e segnalatore acustico
  • stato di sospensioni
  • ruote e pneumatici
  • livello di rumorosità
  • livello delle emissioni inquinanti
  • identificazione del veicolo - targa e numero del telaio.

L’esito della revisione

La revisione, una volta conclusa, dispone un esito determinato dai revisori dell'officina motocicli.
Si possono verificare diverse possibilità: esito regolare, ripetere e sospeso.

Nel caso della revisione con esito regolare: il motociclo sarà idoneo a circolare, fino alla prossima scadenza di 2 anni.
Nel caso di revisione con esito ripetere: il motociclo deve essere ripristinato, per ripetere la revisione. Durante tale periodo può circolare per un mese, nel caso vengano eseguiti gli interventi di ripristino. Solo per alcuni problemi, ad esempio nei freni, è necessario avere la dichiarazione di un’officina moto che certifichi gli interventi effettuati al motociclo.
Nel caso della revisione con esito sospeso: il motociclo non potrà circolare, dato che sono stati rilevati difetti che compromettono le norme di circolazione - difetti che riguardano la sicurezza, l’inquinamento acustico o l’inquinamento atmosferico.
In questa eventualità il motociclo può essere ripristinato e sottoposto nuovamente alla revisione.

Il costo della revisione

La revisione del motociclo presenta un costo di 66,88 euro IVA inclusa - nel caso venga effettuata in un’officina autorizzata.
Nel caso in cui la revisione sia effettuata presso la Motorizzazione Civile il costo è di 45,00 euro.
Nel secondo caso si rende necessario compilare il modello MC 2100, allegando la ricevuta del versamento dei 45 euro sul c/c apposito. Inoltre, è obbligatoria la prenotazione telematica.

Non è consigliabile rivolgersi ad un officina non autorizzata per la revisione motocicli: il meccanico dovrà portare la moto in una officina autorizza e vi addebiterà un costo supplementare oltre al costo della revisione..

Conseguenze in caso di circolazione con revisione scaduta

Chi circola su strada con il proprio motociclo con la revisione scaduta, è soggetto ad una sanzione amministrativa che va dai 159 ai 639 euro. Gli accertatori dell'infrazione apporranno sul libretto una nota che riporta il divieto di circolazione fino ad avvenuta revisione, permettendo al veicolo di circolare esclusivamente fino al centro revisioni più vicino.

Per chi circola in autostrada con la revisione scaduta, è previsto anche il fermo amministrativo del mezzo.
Nel caso in cui si provochi un incidente con revisione scaduta, l’assicurazione si può rivalere sull’assicurato.